Concorso “Il mio tempo”: è ora di votare!

1D4DE5C0-DD44-4F0A-88F0-3180943D8FC0Eccoci arrivati alla fase conclusiva del concorso “Il mio tempo”, progetto creativo lanciato durante la settimana di don Bosco per fare riflettere anche con l’arte i nostri ragazzi sul concetto di tempo e come esso venga impiegato in modi differenti.
Il bando, che era stato proposto per gli studenti della scuola secondaria di primo grado, è arrivato alla fase conclusiva della votazione finale. Sarete voi a scegliere indicando max due preferenze i vostri elaborati preferiti! Cliccando il link che segue troverete tutte le fotografie per esprimere il vostro parere… Non vi resta che ammirare quanto fatto, votare e cliccare INVIA!
Un ringraziamento speciale a tutte le persone che hanno deciso di partecipare occupando parte del loro tempo a questo progetto, è grazie a voi che è stato possibile realizzare tutto questo!
N.B. Le risposte verranno ricevute  entro e non oltre il 10 aprile compreso! 
Annunci

Un padre dentro l’anima

È rimasto davvero dentro l’anima l’incontro che tutti i papà della scuola hanno vissuto questa sera.

Una serata speciale, prevista come tappa importante all’interno del Progetto “FOCUSonFAMILY”, che ha avuto come protagonisti di nuovo Oreste e Federico De Rosa.

Moderata dai proff. Repetto e Gennari, la tavola rotonda si è svelata una sorprendente occasione di incontro, riflessione e condivisione. Tante le domande dei nostri papà, alle quali sia Oreste che Federico hanno risposto con parole dense e toccanti.

Federico, ancora una volta, ha dato a tutti una lezione di vita speciale: “la normalità – ha scritto con intelligente ironia – è un disturbo psichico, derivante dalla profonda paura del diverso. Ma la realtà è che siamo tutti diversi, e per questo unici. Chi non lo capisce ha bisogno della maestra di sostegno”.

I nostri papà sono usciti dal salone entusiasti, segno che questo momento ha portato i suoi frutti. D’altronde un incontro come questo non può che lasciare un seme da custodire e far crescere con amorevolezza dentro di sé.

Federico, al quale è stato chiesta un’opinione sui nostri alunni incontrati stamattina, ha risposto “i vostri figli li ho trovati benissimo. Io credo tantissimo in voi e che farete cose grandi. Ci credete con me?”

Noi ci crediamo. Tutti. E questa è la missione della nostra splendida scuola.

Ancora una volta grazie ai nostri amici Federico e Oreste!

I ragazzi della Secondaria incontrano Federico De Rosa

Un silenzio quasi surreale caratterizza stamattina il salone teatro, dove i ragazzi della Scuola Secondaria stanno assistendo alla straordinaria testimonianza di Federico De Rosa, suo padre Oreste e suo fratello Leonardo.

Federico, attraverso la videoscrittura, ha comunicato con gli studenti, raccontando momenti di vita vissuta, esprimendo riflessioni profonde e condividendo anche qualche simpatica battuta.

Già due anni fa, in occasione della “Settimana delle diversità”, avevamo conosciuto questo ragazzone dal cuore d’oro; quest’anno, in più, abbiamo avuto la speciale possibilità di incontrare anche la sua famiglia.

L’universo che ruota attorno a Federico, come lui stesso ci ha scritto, è colmo di amore, perché “si ama ciò che ha valore e quindi chi ti ama ti rende possibile credere nel tuo futuro”.

Per gli alunni è stato un momento emozionante nel quale comprendere che la diversità è solo un “altro” modo per comunicare, per stabilire ponti comunicativi e legami affettivi.

”Essere autistico è meraviglioso”, scrive Federico. E noi, ancora stamattina, ne abbiamo avuto la prova!

Ringraziamo Federico, Oreste e Leonardo per questo momento indimenticabile e per la loro disponibilità.

La compagnia Happy Musical finalista a Sanremo!

I ragazzi della Compagnia Happy Musical sono in finale al Festival Internazionale del Musical Scolastico con il loro spettacolo “Happy Poppins”, preparato lo scorso anno scolastico e diretto dai professori Giovanna Foresti e Pasquale Gorgone.

Nel mese di maggio tutti i ragazzi della compagnia si esibiranno sul prestigioso palco del Teatro Ariston di Sanremo!

Grande festa stamattina: tutti hanno appreso dalla prof.ssa Foresti la notizia con soddisfazione ed entusiasmo. Arrivate anche dal preside e dalla direttrice le congratulazioni per questo enorme traguardo.

Avanti tutta, sempre più “happy”! Complimenti ragazzi!

#missionerispetto: terza tappa!

Nell’ambito del progetto legalità di quest’anno, stamattina le classi seconde e terze hanno avuto l’opportunità di incontrare Anna Bianchi, che ha portato una testimonianza personale davvero interessante.

Anna, che ora lavora per la Fondazione “L’albero della vita”, qualche anno fa ha partecipato come volontaria presso un campo di lavoro a Belpasso (frazione di Catania), dove assieme ad altri ragazzi e ragazze si è occupata di bonificare uno dei tanti terreni confiscati alla mafia.

Si tratta di luoghi in cui spesso vengono realizzate discariche abusive a cielo aperto o effettuati illecitamente degli sversamenti di rifiuti tossici, ma anche terre sulle quali la malavita esercita pressioni fiscali che annientano la vita dei lavoratori.

Anna Bianchi, come tanti ragazzi ogni anno, ha deciso di portare il proprio contributo grazie ad un’iniziativa di “Libera”: oggi quel campo pieno di rovi, per estirpare i quali ha lavorato nell’estate 2011, è un aranceto curato e produttivo. Simbolo che tutti possono dare il proprio piccolo grande contributo alla lotta all’(eco)mafia.

Ringraziamo Anna per la sua disponibilità e per la sua testimonianza, che ci ha aperto gli occhi e ci ha reso più consapevoli.

Una suor Carla più unica che rara!

Quale onore! I due professori di arte stamattina hanno ricevuto una visita importante: quella di Leonardo Da Vinci!

…ovviamente si tratta della nostra mitica suor Carla, che anche quest’anno ci ha stupiti con il suo travestimento speciale!

Buon carnevale a tutti!

Scriviamo come nel Medioevo!

Questa mattina la 1B è stata protagonista di un’esperienza artistica “d’altri tempi”: grazie all’intervento della dott.sss Elena Mariani, guida turistica ed esperta di didattica dell’arte, i ragazzi hanno sperimentato un laboratorio di Scriptorium Medievale. Foglie d’oro, pennino e calamaio, lettere antiche e miniature, ceralacca hanno trasformato l’aula in un concentrato di entusiasmo!