Il volo di Nicole…tutti a bordo!

 

Questa mattina le classi della Scuola Secondaria hanno incontrato un’ospite speciale: si tratta di Nicole, che direttamente da Cantù è arrivata con la sua mamma Sabrina.

Nicole è nata nel 2016 con una malformazione congenita molto rara all’arto inferiore destro che colpisce 1 bambino su 200.000.

Per sistemare la gamba si dovrà sottoporre a diversi interventi molto costosi in America, per questo i nostri alunni hanno pensato di organizzare alcune iniziative di successo per raccogliere fondi.

Siamo tutti a bordo…per garantire a Nicole di “volare” com’è giusto che tutti i bambini possano fare!

Alla scoperta dell’ “energivoro” Leonardo Da Vinci!

 

Questa mattina la 2^A e la 2^B della Scuola Secondaria hanno raggiunto piazza della Scala a Milano per visitare “Leonardo3”, una mostra unica che ha consentito di scoprire il vero Leonardo da Vinci artista e inventore, grazie a ricostruzioni inedite delle sue macchine e restauri dei suoi dipinti in anteprima mondiale ed esperienze virtuali da sperimentare in prima persona.

In seguito, presso il Castello Sforzesco, li ha attesi un’attività di animazione davvero coinvolgente. Rewind al 1482, quando Leonardo da Vinci giunge per la prima volta a Milano, con i suoi aiutanti Melzi e Salai. Alla corte degli Sforza, su richiesta del Duca di Milano Ludovico il Moro, inizia a lavorare su progetti di ingegneria militare per sconfiggere, in strategia ed ingegno, le truppe Francesi, nemiche del Duca.
Una grande avventura in costume che ha riportato i ragazzi indietro nel tempo!

 

#puoiesseresantolìdovesei

Ti do la mano per…

Quest’anno abbiamo voluto realizzare dei cartelloni con le nostre riflessioni; ci impegneremo a stare insieme, tenendoci per mano, per sostenerci a vicenda e per condividere tutti i momenti che insieme vivremo in allegria.

Ti do la mano per…essere santo lì dove sei

Tendere la mano è un segno di affetto, di pietà, per offrire aiuto al prossimo in modo disinteressato.

Tendere la mano non vuol dire semplicemente prestare aiuto e basta, ma vuol dire dimostrare le proprie disponibilità ad aiutare il prossimo senza aspettarsi nulla in cambio, se non di amare gratuitamente.

Le classi quartedavdavdav

I grandi di quinta raccontano…

O’hana” significa famiglia. Famiglia significa che nessuno viene abbandonato o dimenticato”.

 Anche quest’anno noi bambini delle classi quinte abbiamo vissuto l’esperienza di essere i “grandi” dei piccoli delle classi prime.

Un percorso ricco e significativo.

Piccoli gesti, piccole attenzioni che reciprocamente hanno creato un legame, un’amicizia.

Una poesia per augurare buon anno, accompagnata da un fiore realizzato da noi bambini di quinta è stato  il primo gesto di accoglienza.

Si sono succeduti momenti di gioco e di conoscenza, la merenda e l’intervallo insieme, la fotografia, del grande con il piccolo, pezzo di un unico puzzle, ha reso visibile a tutti l’inizio di questa amicizia.

Infine la visione del film Lilo e Stitch, storia di amicizia ci ha aiutato a realizzare insieme l’albero delle mani.

 

Insieme ai bimbi di prima abbiamo realizzato queste manine molto carine che rappresentano il nostro affetto per loro

Nicole, Margherita, Riccardo C, Beatrice, Alessandro

 

È stato molto  bello perché ci siamo divertiti e ci siamo sentiti grandi. Aiutare gli altri è bello e ti rende felice”    

Nicol, Erica, Alice

 

“Ci è piaciuto molto guardare con i nostri piccoli Lilo e Stitch. Insieme poi abbiamo fatto un disegno a quattro mani rappresentando la scena che più ci è piaciuta. È stato impegnativo ma molto bello”

Lucia, Margherita, Beatrice

 

Fare il lavoro con i piccoli è stato emozionante, perché abbiamo imparato ad essere gentili con il prossimo”

Ginevra B, Giulia T