Le quinte elementari ringraziano Max Laudadio

                              Metanopoli, 20/04/2018

 

Gentilissimo Max,

noi siamo gli alunni della Scuola Primaria Maria Ausiliatrice di San Donato Milanese e ti scriviamo per ringraziarti di essere venuto fra noi il giorno 9 aprile, per raccontarci la tua esperienza di conversione.

Noi ti conoscevamo già per averti visto tante volte in programmi di successo come “Striscia la Notizia” o “Le Iene” ma non immaginavamo proprio che tu fossi follemente innamorato di Don Bosco!

La tua esperienza ci ha assai colpito e soprattutto ci sono rimaste impresse le Dioincidenze: non solo abbiamo imparato un nuovo termine ma abbiamo altresì iniziato a riflettere su quelle che potrebbero essere le Dioincidenze nella nostra vita.

Le parole che tu porti tatuate sul braccio, ossia il tuo programma di vita, sono le stesse che le nostre maestre ci ripetono ogni giorno anche se con vocaboli diversi: infatti invece di “Responsabilità, misericordia e allegria”, noi abbiamo memorizzato “Impegno, pietà e allegria”. Il significato però è lo stesso! Don Bosco insegna.

Siamo fieri di averti avuto come ospite e ti siamo riconoscenti  per gli insegnamenti che ci hai trasmesso: la vera gioia non è pensare solo a se stessi, la vera felicità si può scoprire solo aiutando gli altri. E’ importante per noi sapere che anche persone famose come te non sono interessate solo ai beni materiali ma si preoccupano della loro anima.

Grazie per questo bell’esempio di vita! Ora ti guarderemo più volentieri quando apparirai in televisione perché ti apprezziamo come persona.

Con stima e riconoscenza,

le classi quinte A- B- C della Scuola Primaria Maria Ausiliatrice di Metanopoli.

P.S: salutaci Ficarra e Picone

 

Annunci