…Diamo i numeri!

 

58.490: un successo esorbitante! Questo è il numero di visualizzazioni che il nostro super blog ha avuto in quest’anno scolastico!

Grazie speciale a tutti i voi lettori che ci avete seguito da tante parti del mondo, come dimostrato dalla fotografia sopra!

Vi chiediamo di darci un feedback, anche di poche righe, in cui esprimere un vostro commento sul blog, sulle nostre attività, su cosa ha significato per voi poterci seguire quotidianamente, seppur nella virtualità. Scriveteci una mail all’indirizzo nasorossoblog@gmail.com

Grazie di cuore e buona estate!

Annunci

È arrivato l’ultimo giorno!

Questa mattina, come di consueto, tutti i ragazzi della Scuola Secondaria hanno partecipato ai tornei che ormai caratterizzano il nostro ultimo giorno di scuola.

Tre gli sport: pallamano per le prime, basket per le seconde e pallavolo per le terze.

Come da tradizione la squadra vincente delle terze (quest’anno intitolata “Pastella di risotto) ha sfidato la “Nazionale Docenti. Ebbene: quest’anno colpo di scena! Per la prima volta assoluta i docenti hanno perso!!!

Complimenti ai giocatori della squadra “Pastella di risotto”, che ha meritato la vittoria!

Con questa entusiasmante giornata si chiude il nostro anno scolastico!

Si amplia il nostro “Muretto dei Giusti”

Tre nuovi volti campeggiano sul nostro “Muretto dei Giusti”, posto all’ingresso della scuola. Si tratta di Iqbal Masih, Nelson Mandela è Libero Grassi.

Questi grandi personaggi sono stati scelti tra quelli affrontati nel corso del Progetto legalità di quest’anno, intitolato #èunmiodiritto.

Ecco una breve descrizione per ogni piastrella aggiunta al muretto:

Iqbal Masih 

Abbiamo deciso di lasciare l’immagine di Iqbal in bianco e nero perché avevamo concordato di far emergere la semplicità del bambino pakistano. Volevamo anche far comprendere meglio che un uomo non diventa importante per la sua ricchezza ma per le azioni benevole che ogni giorno compie e che non si stanca mai di fare (Alessia Bonzi, Miriam Restuccia).

Nelson Mandela 

Mandela, quale giusto migliore di lui? È stato in carcere per ben 27 anni lottando per la sua libertà e per quella del suo popolo. Nella piastrella prevalgono due sfondi: il bianco e il nero. Il nero rappresenta i momenti dolorosi della sua vita, il bianco invece rappresenta la forza di volontà e la pace che sovrasta l’odio dell’Apartheid. Nel suo volto è riflessa la bandiera della pace che tutti i giorni Mandela rappresentava con i suoi gesti (Beatrice Addabbo, Marta Perego).

Libero Grassi

La tecnica che abbiamo usato per raffigurare Libero Grassi sul Muretto dei Giusti è nata ispirandosi alla Pop Art che ha prodotto molte icone di personaggi famosi e quindi abbiamo deciso di rendere omaggio a questa corrente artistica per creare l’icona di un grande giusto come lui. Le linee oblique sono state applicate creando dei segni per distinguersi, per proporre uno stile nuovo e personale tenendo conto della creatività dei due autori (Bianca Casertano, Paolo Schiavoni)

Uno (s)ballo da ricordare

Ieri sera grande festa per gli alunni di terza della Scuola Secondaria! Dopo un primo momento comune in salone con i genitori, nel quale sono stati proiettati i filmati-compilation della storia delle tre classi, tutti gli alunni con i docenti si sono trasferiti in palestra, per l’occasione allestita come una vera discoteca.

Dopo una pausa-cena a buffet, organizzata dalle mamme rappresentanti, lo (s)ballo è proseguito fino alle 21:15, quando di nuovo in salone tutti i ragazzi hanno ricevuto un annuario speciale e uno zaino, come simbolo di un cammino che prosegue.

Un augurio speciale a tutti i nostri ragazzi di terza, che da settimana prossima affronteranno gli esami!

Gli alberi crescono in silenzio

In queste ultime due settimane di scuola si è concluso anche il progetto ponte tra elementari e medie sulle piante tipiche delle nostre zone, intitolato “Gli alberi crescono in silenzio”.

Si è trattato di un progetto che vedeva coinvolte una professoressa di scienze della scuola secondaria di primo grado e le maestre delle classi quarte e quinte della scuola primaria con tutti i loro allievi.
Nel periodo settembre-ottobre gli alunni delle elementari hanno osservato da vicino varie essenze arboree (Quercia, Gingko Biloba, Acero, Robinia, Platano ed altre), uscendo sul campo guidati da un tecnico che ne spiegava le origini e l’adattamento al nostro habitat. Hanno poi relazionato la loro uscita, raccolto in piccoli erbari le foglie seccate dando loro il nome, preparato alcuni frottage di foglie e tronco.
E’ seguita una lezione riguardante l’evoluzione nel tempo degli organismi vegetali e una loro grossolana classificazione con le chiavi dicotomiche, che mirava a mostrare ai bambini quanto la natura, cercando di sopravvivere ai cambiamenti ambientali, si sia adattata ai vari climi e ai vari habitat e facendo ciò abbia escogitato forme e strategie sorprendenti e belle!
Infine gli alunni hanno utilizzato le presse per fiori per far seccare alcune piante officinali come il Rosmarino, la Salvia, il Timo, il Tarassaco, che poi hanno posizionato in altri erbari di classe.
I bambini erano entusiasti di “scoprire” con questi strumenti le piante che vedono tutti i giorni e si coinvolgevano facendo domande e osservazioni.
Il progetto, per quanto semplice, aveva come obbiettivo che gli alunni conoscano le specie dell’ambiente in cui vivono e le sappiano riconoscere: così facendo essi comprendono che il mondo naturale che li circonda è ordinato secondo delle regole che aspettano di essere scoperte.
“Abbiamo bisogno di trovare Dio, ed Egli non può essere trovato nel rumore e nella irrequietezza. Dio è amico del silenzio. Guarda come la natura – gli alberi, i fiori, l’erba – crescono in silenzio; guarda le stelle, la Luna e il Sole, come si muovono in silenzio…Abbiamo bisogno di silenzio per essere in grado di toccare le anime”. Madre Teresa di Calcutta

Una merenda speciale per concludere il doposcuola

 

Dopo il successo della merenda di fine doposcuola dell’anno scorso, anche quest’anno sono state organizzate due giornate diverse dal solito: mercoledì tornei di pallavolo, calcio e basket mentre oggi iniziale bandiera quadrata e scalpo, seguito da merendona portata da tutti i ragazzi. Nient’altro che due pomeriggi all’insegna del divertimento e gioco di squadra.

I burattini della 2°A: un altro successone!

 

Da un paio di giorni i ragazzi di 2°A, coadiuvati dai proff. Anelli, Camisa e Zambarbieri, stanno proponendo ai bambini della scuola primaria lo spettacolo di burattini “Il murales incantato”, ispirato al nuovo murales che campeggia all’ingresso della nostra scuola.

Lo show, interamente gestito dagli studenti, è volto a spiegare ai più piccoli il significato dell’opera d’arte di Omer TdK e D.egonZ e sta riscuotendo notevoli apprezzamenti.

Complimenti agli ideatori di questa bellissima iniziativa e ai ragazzi, che l’hanno accolta e portata avanti con responsabilità, impegno ed entusiasmo!

GUARDA IL VIDEO ESCLUSIVO